Il contrasto della girandola

V.:
“Devi andare più su di così se vuoi
dare sicurezza ai giri delle pale
colorate che, stanche, porti con te!”
G.:
“Allora perché non mandi un soffio
di quelli carichi di volantini
snobbati, cosicché io possa farlo mio?”
V.:
“Ma io non so dosare la mia forza!
Potrei farti del male … così tenui
i giochi di luce sui tuoi boccoli
di plastica ondulata e variopinta
G.:“Cosa dici mai? Come vivrei,
senza la tua spinta? Sei la mia aria,
il tempo stesso della mia danza …”

Pierpaolo Lazzaro

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in versi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...